Navigazione – Mappa del sito

HomeNuméros45RecensioniTiziana De Rogatis, Homing / Ritr...

Recensioni

Tiziana De Rogatis, Homing / Ritrovarsi. Traumi e translinguismi delle migrazioni in Morante, Hoffman, Kristof, Scego e Lahiri

Cecilia Ridani
p. 243-244
Notizia bibliografica:

Tiziana De Rogatis, Homing / Ritrovarsi. Traumi e translinguismi delle migrazioni in Morante, Hoffman, Kristof, Scego e Lahiri, Siena, Edizioni Unistrasi, 2023

Testo integrale

1La cifra distintiva dell’ultimo volume di Tiziana De Rogatis è lo sguardo comparativo e trasversale mediante cui storie distanti di trauma e translinguismo riescono a dialogare in un medesimo spazio argomentativo. L’autrice, in questo saggio, con profonda lucidità e attenzione, avvicina senza troppe forzature cinque narrazioni in cui l’idea di homing, vale a dire il “ritrovarsi: il fare casa al di là della casa originaria” (p. 3), si realizza attraverso la relazione con l’altra o le altre lingue con cui le scrittrici prese in esame entrano in contatto nel momento del loro ‘risituarsi’.

2Il volume è diviso in sette capitoli. Dopo l’introduzione, il libro si dispiega attraverso due sezioni teoriche in cui De Rogatis stabilisce dapprima il legame tra trauma e percorso migratorio, per poi indagare sulla categoria di translinguismo relativamente ai concetti postcoloniali di “Terzo spazio”, “margine”, “frontiera”. Segue un close reading di alcuni passaggi delle opere di Elsa Morante, Eva Hoffman, Agota Kristof, Igiaba Scego e Jhumpa Lahiri, a ognuna della quali viene consacrato uno specifico capitolo. Sebbene il nesso tra trauma e translinguismo rappresenti il comune denominatore che unisce tutte e cinque le autrici, è pur vero che nel caso di Morante tale legame assume una sfumatura di comprensione meno immediata. L’apparente estraneità della scrittrice italiana verso l’esperienza traumatica con cui le pratiche translingue modellano gli altri scenari narrativi viene prontamente risolta da De Rogatis. La studiosa, infatti, mette l’accento proprio sul modo in cui nella produzione di Morante viene elaborato un immaginario translingue tutto interno alla nazione.

3Un altro aspetto notevole del presente volume è senza dubbio la decisione dell’autrice di tematizzare la complessità che ruota attorno a questioni migratorie, linguistiche e identitarie facendo ricorso a una prospettiva marcatamente di genere. Le cinque voci femminili scelte da De Rogatis si prestano, così, a sostegno di una riflessione sulla traslazione del Sé – da un luogo all’altro e da una lingua all’altra – in cui i termini “matria” e “dismatria” vanno a sostituire ogni riferimento maschile al legame sia con la terra di origine, sia con quella di accoglienza.

4In questo lavoro De Rogatis costruisce con ottimi risultati un discorso sull’appartenenza alternativo alla patria, dimostrando particolare interesse a quelle dinamiche di riscrittura identitaria che, sulla scia di esperienze dolorose e conturbanti, si esprimono in ultima istanza in una voce persa e poi rinata nella traduzione. Non a caso, il merito del volume è proprio quello di entrare in relazione con un’altra idea di estetica che prende forma nel momento in cui lo spazio del trauma diventa uno spazio di trasferimento e creazione.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Cecilia Ridani, «Tiziana De Rogatis, Homing / Ritrovarsi. Traumi e translinguismi delle migrazioni in Morante, Hoffman, Kristof, Scego e Lahiri»Narrativa, 45 | 2023, 243-244.

Notizia bibliografica digitale

Cecilia Ridani, «Tiziana De Rogatis, Homing / Ritrovarsi. Traumi e translinguismi delle migrazioni in Morante, Hoffman, Kristof, Scego e Lahiri»Narrativa [Online], 45 | 2023, online dal 01 décembre 2023, consultato il 14 juin 2024. URL: http://0-journals-openedition-org.catalogue.libraries.london.ac.uk/narrativa/2879; DOI: https://0-doi-org.catalogue.libraries.london.ac.uk/10.4000/narrativa.2879

Torna su

Autore

Cecilia Ridani

Articoli dello stesso autore

Torna su

Diritti d’autore

CC-BY-4.0

Solamente il testo è utilizzabile con licenza CC BY 4.0. Salvo diversa indicazione, per tutti agli altri elementi (illustrazioni, allegati importati) la copia non è autorizzata ("Tutti i diritti riservati").

Torna su
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search