Navigazione – Mappa del sito

HomeNuméros45Corpi politiciMetterci la faccia: soggettività ...

Corpi politici

Metterci la faccia: soggettività politica e “io” testimoniale in Zerocalcare

Beatrice Mazzi
p. 71-85

Abstract

Questo articolo si concentra sull’opera del fumettista Zerocalcare (Michele Rech) per mettere in evidenza come nel suo lavoro la testimonianza diventi una modalità cruciale per confrontarsi con gli eventi del nostro tempo e una forma politica tra parola e immagine. In particolare vengono esaminati Kobane Calling (2017) e No Sleep Till Shengal (2022), in quanto opere rappresentative sia dello spazio testimoniale creato dall’autore, sia dell’uso di una forma popolare per contribuire a ridefinire il rapporto fra la cultura e il sociale.

Torna su

Estratto del testo

Questo documento sarà pubblicato online con testo integrale in décembre 2024.

Anteprima del testo

Nel dicembre 1951, sulla rivista mensile Rinascita, esce un articolo intitolato “La questione dei fumetti” firmato da Nilde Jotti. L’allora deputata accusava i fumetti di essere una forma di scrittura primitiva che

afferra la mente attraverso poche immagini e sostituisce una serie violenta di queste immagini alla ricerca dei particolari, di una logica e di un processo discorsivo. Le poche parole illustrative sono una molla, essa pure primitiva, che spinge da un’immagine all’altra una mente che non lavora, non riflette, si impigrisce e arrugginisce mentre, d’altra parte, le vengono fatte passare davanti, come strumento di avventura le più portentose conquiste della tecnica.

A essere ritenuti dannosi non sono solo i contenuti ma la forma stessa del fumetto, tanto che anche Gianni Rodari, che da editore di Il Pioniere aveva inizialmente difeso questo modo del raccontare, nel 1974 afferma che la lettura morbosa di fumetti porta le menti al “disimpegno morale, intellettuale, politico, soci...

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Beatrice Mazzi, «Metterci la faccia: soggettività politica e “io” testimoniale in Zerocalcare»Narrativa, 45 | 2023, 71-85.

Notizia bibliografica digitale

Beatrice Mazzi, «Metterci la faccia: soggettività politica e “io” testimoniale in Zerocalcare»Narrativa [Online], 45 | 2023, online dal 01 décembre 2024, consultato il 16 juin 2024. URL: http://0-journals-openedition-org.catalogue.libraries.london.ac.uk/narrativa/2661; DOI: https://0-doi-org.catalogue.libraries.london.ac.uk/10.4000/narrativa.2661

Torna su

Autore

Beatrice Mazzi

Columbia University

Torna su

Diritti d’autore

CC-BY-4.0

Solamente il testo è utilizzabile con licenza CC BY 4.0. Salvo diversa indicazione, per tutti agli altri elementi (illustrazioni, allegati importati) la copia non è autorizzata ("Tutti i diritti riservati").

Torna su
Cerca su OpenEdition Search

Sarai reindirizzato su OpenEdition Search